Visit Blog

Explore Tumblr blogs with no restrictions, modern design and the best experience.

Fun Fact

Tumblr receives over 17 Billion pages views a month.

Trending Blogs
#attimidifelicità

La giornata è più bella se inizia col sorriso! #sorrisobrilhante #semplicementeincanto❤️ #felicitàimmensa #muppetsmostwanted #impastiamolafelicità #felicitaciones #buongiornooo #sorrisobranco #buongiorno😎 #semplicementedonnabyritina80 #lafelicita #buonumore😃 #semplicementetu❤️ #felicitaalquadrato #tagify_app #buongiornovita #sorrisonegro #felicitàlovers #muppetface #attimidifelicità #sorrisosincero #muppetshow #muppets #sorrisoperfetto #buongiornoceramica #buongiornouncazzo #allaricercadellafelicità #felicita #buongiornofirenze #semplicementeperfetto
https://www.instagram.com/p/CHXTxPYqtva/?igshid=1glkw2ljyti46

0 notes · See All

come spesso mi succede, stavo riflettendo sul significato della vita e dell’universo (perché viviamo? cosa significa realmente vivere?), quando ad un tratto, i miei pensieri si sono spostati verso il concetto di felicità. fino l’adolescenza credevo sinceramente al fatto che la felicità esistesse e che fosse possibile afferrarla, ma dopo aver vissuto dei momenti non troppo sereni, mi sono ricreduta, ho iniziato a pensare che la felicità non si può afferrare, dopo tutto non è una cosa, è astratta e irraggiungibile. a quel punto, e come di consueto quando mi trovo di fronte ad un problema, ho chiesto ad internet: “does happiness exist?” e leggendo un paio di articoli mi sono resa conto che la domanda che mi ponevo era sbagliata, ciò che dovrei capire è cosa voglio che sia la felicità, qual è il suo significato, ma in realtà era tutta una copertura per mascherare la vera domanda alla quale vorrei una risposta: sarò mai felice? 

0 notes · See All

Sono strana, lo premetto. E lo so.


Ho sempre desiderato un amore romantico, eppure.. odio il troppo romanticismo. Forse perché non l’ho mai provato, forse perché non ci sono mai arrivata.. non lo so, è un taboo.

Ho sempre desiderato un ragazzo che mi amasse. Uno di quelli gelosi, che ti fanno sentire bella anche quando non lo sei, che ti fanno sentire importante, che hanno paura di perderti. Gelosi, si, ma non troppo. La gelosia sarebbe stata placata dalla mia fedeltà e dal mio amore per lui.

Ho sempre desiderato un ragazzo che riuscisse a compensarmi, che fosse capace di farmi felice con quei piccoli gesti che tanto adoro. Un ragazzo che mi prendesse per mano e mi facesse sentire al sicuro. Uno di quelli che ti abbraccia mentre vede un film sul divano, che gioca con i tuoi capelli. Un ragazzo che ti prende e, quando meno te l’aspetti, ti dà un bacio sulla guancia; e tu ridi, ridi come una deficiente perché senti di assaporare un “attimo di felicità”.

2 notes · See All

Eccomi di nuovo, un'altra inutile mattina della mia inutile esistenza. Sempre la stessa routine. Alzarmi. Sì devo alzarmi. Tutte le mattine la stessa storia, convincersi a scendere dal letto. Sarà tutto più facile una volta fatto sto primo passo, il resto della giornata passerà in fretta mi ripeto. Ma chi voglio prendere in giro? Sarà un'altra infinita, logorante giornata, con le solite facce che su mezzi pubblici ti guardano come se fossi un alieno, perchè non ti vesti come loro, perchè non ti adegui ai così detti canoni, perchè hai la pelle di colore diverso, perchè semplicemente non dovresti essere qui. Ma che colpa ne ho io? Che colpa ho se i miei genitori sono venuti qui? Che colpa ho se desidero solo finire i miei studi e magari poi andarmene.
Pronta, ho una faccia carina in fondo, perchè non dovrei piacere alla gente? cos'ho che non va? Le solite domande senza risposta, me le pongo ogni mattina ormai.
Esco. Adoro la brezza del mattino, a lei non importa chi sei, ti bacia sul viso e ti dà il buongiorno più caloroso. Non è male in fondo, oggi andrà meglio me lo sento.
Eccomi alla fermata, aspetto il solito autobus affollato, ma tanto la gente non mi sta attaccata, si aggrappa alle proprie borse e mi guarda con fare sospetto, in fondo non mi dispiace avere un pò di spazio vitale, non è poi così negativa la faccenda.
Ci risiamo, ecco un'altra vecchina che mi fissa. Avrò qualcosa fuori posto? Mi guardo, tutto nella norma. Le sorrido, non si può fare altro. Si avvicina “ Posso dirti una cosa?”. Sono attonita. Per un momento penso che parli con qualcun altro, mi guardo attorno, ma ci siamo solo io e lei. Che vorrà dirmi? “Certo signora dica pure”, continuo a sorridere. “Sei meravigliosa, sei bella come il sole, scusa se ti fissavo ma mi hai incantato. Ti prego posso abbracciart?”. Non capisco, è uno scherzo? Non faccio in tempo a rispondere che mi abbraccia. E’ vera! Non sto sognando.
Sono alla fermata dell'autobus e una signora che non conosco mi sta abbracciando!
Si allontana, è arrivato l'autobus. Sale. Non faccio in tempo neanche a ringraziarla. Sono senza parole, l'autobus parte, senza di me, e con lui anche la dolce signora. Rimango immobile. Piango. In fondo non si sta poi così male, l'ho detto che oggi sarebbe andata meglio.
[Mariem R.]

2 notes · See All
Next Page