Visit Blog

Explore Tumblr blogs with no restrictions, modern design and the best experience.

Fun Fact

The majority of Tumblr users, 36%, are aged 18-34, a coveted market for most companies.

Trending Blogs
#follow for more
image

CREMA PASTICCERA della Nonna

La pasticceria è basata su alcuni pilastri fondamentali come la pasta frolla, le tecniche per temperare il cioccolato e la CREMA PASTICCIERA.

Per poter preparare la nostra crema ci occorrono :

- Latte 500 ml

-Farina 60g

-Zucchero 100g

-Uova 1

-Limone 1

Step 1

In una ciotola versiamo un uovo sbattuto e lo zucchero iniziando a far amalgamare il composto.

Step 2

Setacciamo la nostra farina e aggiungiamola un po’ alla volta nel composto di uova-zucchero mescolando energicamente fino a far scomparire ogni eventuale grumo.

image

Step 3

Appena liberi, versiamo il latte in una pentola e, a fiamma bassa, aspettiamo che sfiori la temperatura di ebollizione (per il latte è di 100 °C circa). Nel frattempo inseriamo una buccia di limone BIO (per BIO intendiamo prodotti cresciuti senza alcun aiuto da parte di insetticidi o pestividi che poggiandosi sulla parte esterna di ortaggi e frutti renderebbero inutilizzabile l'uso della scorza o buccia ) così da far insaporire la nostra crema.

image

L'odore che ne scaturirà sarà inebriante e imparagonabile alle varie fiale di essenze in commercio.

Step 4

Un attimo prima che il latte inizi a bollire spegniamo la fiamma e togliamo la scorza del limone.

Prendiamo una parte del latte e lo versiamo all'interno della ciotola con farina, uova e zucchero mescolando energicamente.

Aggiungiamo il resto del latte e continuiamo a mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo e senza grumi.

(Aggiungiamo il latte nell'altro composto e un po’ per volta perché ci permette di non far subire ai vari ingredienti, ma soprattutto all'uovo e alla farina, uno shock termico che porterebbe gli ingredienti a formare delle ‘sferette’ nell'impasto sgradevoli al palato)

Step 5

Riportiamo il composto in pentola e, sempre a fuoco dolce, iniziamoa girare energicamente il tutto.

Quando vedremo i primi segnali di addensamento, spegniamo la fiamma e continuiamo a mescolare.

Una volta raggiunta la giusta consistenza trasferiamo il tutto in una ciotola e la nostra CREMA PASTICCERA è pronta per essere servita sia calda che fredda e sarà una farcia perfetta.

Io guarnisco i miei bignè e tu?

image

Questa ricetta è molto semplice e veloce, con ingredienti che fhiunque ha in casa ogni giorno, ma se desiderate una crema piu delicata e 'ricercata’ vi lascio qui la ricetta.

-Latte intero 500 g

-Zucchero 130 g

-Tuorli 4

-Amido di Mais 40 g

-Scorza di limone

Non preoccupatevi, il procedimemto è lonstesso, ricordate solo che l'amido e la farina vanno setacciate e aggiunte insieme.

Con dolcezza

Nuni

Qualcosa che forse non sai su questa ricetta…

La crema pasticcera ha origini antichissime e durante il suo percorso storico ha subito molteplici variazioni come la crema al caffè o al rum, ma quella più comune è la CREMA DIPLOMATICA.

La crema diplomatica prevede l'aggiunta di panna montata allinterno della crema pasticcera classica e spesso viene erroneamente definita CREMA CHANTILLY che invece è un dolce composto da panna montata e zucchero. Per evitare di incorrere in errori del genere la crema diplomatica è stata ribattezzata CREMA CHANTILLY ALL'ITALIANA.

0 notes 路 See All

Burro VS Margarina

Chiunque abbia mai messo piede in cucina si è posto almeno una volta la domanda “Perché usare il burro e non la margarina ?” e per rispondere a questo dilemma dobbiamo mettere in luce le differenze fondamentali tra questi due ‘antagonisti’.

Il burro è un grasso di origine animale il cui apporto calorico è notevolmente elevato e con presenza abbondate di colesterolo . 

La margarina, di contro, è un grasso origine vegetale ottenuta dall’emulsione di più olii e malgrado abbia un apporto calorico minore rispetto al burro, ha una percentuale di grassi più dannosa per il corpo umano che va ad aumentare la quantità di colesterolo cattivo e a diminuire il colesterolo buono.

Quindi a livello salutare il burro è nettamente migliore , ma a livello culinario i due ingredienti sono ambivalenti e sostituibili in una qualsiasi ricetta utilizzando la medesima grammatura indicata (100g di burro ⇄ 100g di margarina ).

Personalmente ,malgrado parecchi articoli sostengano quanto riportato sopra , preferisco di gran lunga il burro avendo riscontrato difficoltà evidenti nell’utilizzo della margarina (ad esempio una pasta frolla per una crostata con all’interno della margarina avrà sempre un colore pallido e sarà sempre più umida rispetto a se avessimo utilizzato del burro, forse a causa delle percentuali di acqua contenute all’interno del prodotto).

Con dolcezza 

Nuni

2 notes 路 See All

Fire Rainbow

byCessna Kutz This optical illusion occurs when ice halos are formed by the refraction of sunlight in ice crystals suspended in the atmosphere. Also known as a fire rainbow, it can create colorful bands just below the level of the sun.

speeding54
speeding54
0 notes 路 See All

Better?

People always tell you things will get better. Well they can get better as long as you don’t keep things going downward in your head. I do that all the time. Picture the bad things or over thinking everything when there isn’t anything wrong. Not sure how to stop doing that……but I’m trying.

5 notes 路 See All
image

We deserve someone who treats us with great love and respect. Someone to make us laugh, to take care of us, to fill us with cute details, to keep us company. Someone to write letters to, someone to share our dreams and achievements, We deserve all the love.

Kik edilmaangel

55 notes 路 See All
image

~ Morte della Vergine, Caravaggio

Questo dipinto del Caravaggio risalente ai primi anni del 1600 (c.a. 1604), è uno dei capolavori dell’artista, prontamente rifiutato dall’ordine dei carmelitani ai quali era destinata, poiché la vergine non veniva rappresentata secondo i canoni iconografici classici, ma priva di qualsiasi rimando mistico. Si dice che la cosa che suscitò ancora più scalpore fu l’utilizzo da parte dell’artista, di una prostituta trovata morta nel Tevere, come modello per ritrarre la vergine. Attualmente l’opera è conservata al Louvre di Parigi.

Ps: questi miei post non vogliono essere delle “analisi dell’opera”, perché non ne ho le competenze, ma più una sorta di curiosità sulle opere, spero vi piacciano ✨❤️

2 notes 路 See All

You ask whether your verses are good. You ask me that. You have asked others, before. You send them to magazines. You compare them with other poems, and you worry when certain editors turn your efforts down.

Now (since you have allowed me to offer you advice) let me ask you to give up all that. You are looking to the outside, and that above all you should not be doing now. Nobody can advise you and help you, nobody. There is only one way. Go into yourself. Examine the reason that bids you to write; check whether it reaches its roots into the deepest region of your heart, admit to yourself whether you would die if it should be denied you to write. This above all: ask yourself in your night’s quietest hour: must I write? Dig down into yourself for a deep answer. And if it should be affirmative, if it is given to you to respond to this serious question with a loud and simple ‘I must’, then construct your life according to this necessity;


- Rainer Maria Rilke (Letters to a young poet)

3 notes 路 See All
Next Page