Visit Blog

Explore Tumblr blogs with no restrictions, modern design and the best experience.

Fun Fact

Pressing J while looking at a Tumblr blog or home feed will scroll up on the page, pressing K will scroll down. This is helpful considering a lot of the Tumblrs feature infinite scrolling.

Trending Blogs
#kirishima eijirou

A stupid post I always wanted to write about.

You know the Kirishima prototype? This one?

image

Well, I dont know the exact translation but remember how his prototype had a girl he liked, and he became stronger because he couldn’t save her? And he’s regretted it? Or something like that…

Well, since his prototype was scrapped, I think…they stilled used that concept. Only different.

What I mean is that, When Bakugou was taken, Kirishima had shown deep regret and he felt helpless, that he had to do something.

Gosh I’m the worst at explaining stuff, but I hope you got what I’m putting down.

17 notes · See All

Bakugou: I can’t believe you would do something this stupid!

Mina, Sero, Kirishima and Kaminari: I think we can all believe that we can do something this stupid

210 notes · See All

by KiriBakuHappiness

https://archiveofourown.org/works/25314991

Bakugou and Kirishima’s relationship develops from classmates to friends to more, as told through their text conversations.

CHAPTER FIFTEEN IS NOW AVAILABLE!

Chapter 15: I Like You, Idiot / Their Start

A trip down memory lane.
And a brand new start line.

It’s so damn soft please just take it. FINAL CHAPTER - WOOO!!!! <3

69 notes · See All
image
image
image
image
image
image
image
image

YNs babes + lil gremlin boy

Drummer!bakugo x fem!reader

Masterlist

Your best friend Is in a famous band, and recently got a new drummer. After your first rocky meeting and joining the band on tour you start to take a liking to the grumpy drummer

Send me an ask to be added to the taglist!

@goustcop (still not showing your blog bby but I’ll keep putting you up here until it does 💕) @pride-of-persephone @jadenyukis-bodypillow @unawi13-blog

15 notes · See All
image

“I done been down so long, lost hope,
I done came down so hard, I slowed.
Honesty, forever, all a real nigga want.”
                 —
Kendrick Lamar

Word Count: 1.3K
Pairing: Kirishima Eijirou x Reader
Context: Mafia!AU. Kirishima’s last relationship was pretty shitty and he’s scared of it happening again :/
Warnings: explicit language, mentions of cheating

All Characters are 18+

A/N: Bakugo should be a relationship counselor or something. He’s a little rough around the edgeds, but he makes some pretty good points. Enjoy <3

Keep reading

102 notes · See All

Ok this song is giving my angsty Krbk….images this:


Pro hero Ground Zero and Red Riot, they’re an amazing pair, their quirks work perfectly together. It’s no secret they like eachother but they’re not dating. Bakugou won’t let anything like a relationship get in his way of being #1. He’s told Kirishima as much one night they were drinking together and talking about the ups and downs of being a pro hero (like not having time for dating or a personal life)


Kirishima ends up getting into a relationship with another hero at their agency and Bakugou is so jealous it hurts. He reassess his views on his life. He realizes how stupid he was to not make a move on Kirishima first.


Kirishima seems happy in his relationship and even though Bakugou is a selfish ass he’s not bad enough to break them up. After all Kirishima’s happiness is the most important thing. So Bakugou listens to this song and maybe cries a little bit for the love he’ll never have.

22 notes · See All

Wow. The final chapter of Sent, Delivered, Read, Loved just finished going through its last round of edits. I listened to this song on repeat the entire time while I was writing it - ahaha!

That’s two multi-chapter fics completed now! :D As someone who has never really finished anything because of perfectionism and insecurity; this just feels so damn cool!

I’m so excited for you all to read it - I hope it’s a satisfying end to such a fun little journey that I had a blast working on. I honestly did not expect this fic to do as well as it’s been doing. It was just supposed to be for practice, yet you guys snatched that shit up and SOARED with it! That makes my dumb, manly heart feel all kinds of soft.

Keep an eye out for the announcement coming later today! Chapter 15: I Like You, Idiot / Their Start

52 notes · See All

𝑲𝒊𝒓𝒊𝒔𝒉𝒊𝒎𝒂 𝑬𝒊𝒋𝒊𝒓𝒐𝒖 - 𝘛𝘳𝘦𝘯𝘪

Crediti Storia: @silkylious❗️

image

🌹 • • • 🌹

Categoria: Fluff

Y/n - Your Name: Il tuo nome

Avvertenze: - -

🌹 • • • 🌹

image

Treni

Parole: 809

Non riuscì a trattenere le lacrime quando sentì le tue labbra separarsi dalle sue. i suoi occhi si aprirono con un leggero battito, pieni di riluttanza, come se avesse paura che il momento finisse e che te ne saresti andata non appena le sue palpebre si fossero aperte. il suo sguardo si adattò alla vista delle valli corrispondenti lungo le tue guance, occhi ancora chiusi per preservare la sensazione anche solo per un millisecondo in più. Quando le tue iridi incontrano le sue, la folla e tutto il suo trambusto sembravano mergersi in una sfocatura statica e radiosa. L’unica cosa che poteva vedere con chiarezza eri tu, saturata in una splendente e calda sfumatura mentre il sole calava lentamente. Il suo sguardo saltava rapidamente da un punto all'altro del tuo viso, i tuoi occhi, naso, guance e labbra, cercando di imprimere un dipinto di ogni minimo dettaglio, ogni perfetta imperfezione, ogni difetto visibile su una tela che conserverà per sempre nel suo cuore. Il tuo udito cominciò a ritornare alla realtà, quel rumore statico sparì giusto in tempo per sentire la rumorosa sirena, un’ultima chiamata per salire sul treno. Sembra l’abbia sentita anche Kirishima, bocca leggermente aperta, sguardo rivolto verso il pezzo di metallo dietro di te e poi di nuovo sul tuo viso. Non proferite parole, un silenzio tranquillo era calato tra di voi, uno pieno di comprensione e dolore.

Una mano sul tuo cappello da sole per evitare che venga portato via dalla brezza della sera, l’altra tiene stretta una valigia, ti giri un’ultima volta sorridendo tra le lacrime, pronunciando una promessa che ormai avevi già ripetuto un paio di volte nella tua vita.

Alla prossima estate, Eijirou.

Subito dopo, le porte si chiusero ed il suono delle ruote che si trascinavano sui binari raggiunsero le sue orecchie. Lasciò cadere silenziosamente altre lacrime mentre il treno uscì dalla stazione ed infine dal suo campo visivo.

“Sì, alla prossima estate.”

I mesi sul calendario volarono, ogni pezzo di carta strappato si aggiungeva al desiderio ed all'eccitazione che provavate entrambi. Ogni stagione veniva trascorsa con messaggi del buongiorno e chiamate a tarda sera. L’autunno fu passato a sfogarsi sulla scuola, l’inverno non poteva andare più lento e la primavera arrivò e passò prima che ve ne possiate nemmeno accorgere.

Era finalmente arrivata, era finalmente il momento. Era finalmente estate.

Kirishima si ritrovò alla stessa stazione alla quale si recava periodicamente negli ultimi anni, la gamba gli oscillava in anticipazione. Dio, non vedeva l’ora di rivedere il tuo sorriso. Era passato quasi un anno intero dall'ultima volta che ti aveva vista. Eri cambiata? Lui era chiaramente diventato più alto, ed anche più robusto. I suoi pensieri timorosi vennero interrotti dal rumore familiare dello stridio dei metalli. Lo faceva sentire vertiginoso, e si soffermò brevemente sul fatto che un singolo suono potesse infondergli una sensazione così forte. I vagoni si fermarono, e proprio mentre stava per tirare fuori il telefono dalla tasca, intravede un certo cappello dall'orlo largo, un vestito oscillante. Nonostante il vetro colorato vi separasse, la tua bellezza era chiara come il sole. Con i forti battiti provenienti dal suo petto, non poteva fare altro che stringere la maglietta proprio dove si trovava il cuore, sperando di calmare il suo furioso martellamento. Dopo aver preso le tue cose, ti giri per guardare fuori dalla finestra. Il suo battito sembrò quasi fermarsi quando incontrò il tuo sguardo, ed il tuo fece lo stesso.

Dopo un attimo di sguardi silenziosi, cominciate a correre, lui facendosi strada tra i pedoni, tu tra i passeggeri. Entrambi correvate il più veloce possibile verso la porta della carrozza, non distogliendo lo sguardo l‘uno dall'altro nemmeno una volta attraverso il vetro. Ti fermi.

Poggiando un piede sul pavimento con una mano sul cappello, capelli e vestito ondeggiano di lato, trasportati gentilmente dalla brezza del pomeriggio, sembravi una dea. Coperta dallo stesso caldo bagliore che vide l’ultima volta, labbra stirate in un sorriso palpitante, il suo corpo si mosse da solo. Poggiò velocemente le mani callose sulla tua vita, tenendoti il più vicino possibile per poi sollevarti senza il minimo sforzo in aria. Avevi una mano poggiata sulla sua spalla, l’altra continuava a tenere il cappello quando cominciò a volteggiare.

Piccole risate e parole dolci risuonavano tra voi due, e quando ti poggiò finalmente a terra, unite le labbra in un tenero bacio. Le tue labbra, erano proprio come se le ricordava, soffici e morbide. Voleva che questo momento durasse un’eternità. Ma da qualche parte nella sua testa, sapeva che te ne saresti andata insieme il vento dell’estate. E quello lo fece più determinato a sfruttare al massimo il vostro prezioso, seppur limitato, tempo insieme.

I treni erano una cosa strana per lui. Non sapeva spiegarsi come un’enorme pezzo di metallo potesse trasmettergli sensazioni così diverse, così drastiche e così incredibilmente intense a seconda del periodo dell’anno.

1 notes · See All
Next Page